Con voce di pietra il Palazzo parlò. Vicende di gentiluomini veneziani e forogiuliesi attraverso stemmi, epigrafi e statue in Palazzo Pretorio a Cividale del Friuli

Autore
Enrico Bonessa
Soggetto
Palladiano palazzo pretorio
Tipo
Foru Iulii

Descrizione

Nel 1565 la Magnifica Comunità di Cividale fece iniziare la costruzione del palladiano palazzo pretorio (ora sede del Museo) in cui avrebbero avuto residenza i provveditori veneti di questa città e territorio.

Solo un ventennio più tardi essi poterono finalmente abitare l’edificio, ultimato nel 1615 circa, e durante la sua costruzione vennero disposte sulla sua facciata e nell’interno diverse testimonianze lapidee (stemmi, busti, epigrafi e statue) che oggi restano a ricordare alcuni provveditori di quell’epoca.

Attraverso di esse possiamo conoscere non solo le vite di quei nobili veneziani e i loro rapporti con la realtà locale, ma anche gli avvenimenti legati al palazzo e le vicende della città in un intenso periodo della dominazione veneziana. Altro materiale lapideo si trova invece nel cortiletto dell’edificio, dove sono stati collocati varî reperti riguardanti soprattutto famiglie e personaggi locali e anche attraverso di essi possiamo scoprire tratti della storia di Cividale.

 

 

Abstract

In 1565 the Magnificent Community of Cividale founded the Praetorian Palace (today’s Museum’s building), based on a model of the famous architect Andrea Palladio and which became the residence

of Venice’s governors of this city and its territory. More than twenty years had to pass by before the “provveditori" could start to live in the palace, finally finished within 1615. During its building several coat of arms, bust sculptures, epigraphies and statues had been put on its frontage, under the porch and inside the palace itself in memory of some noble Venicians, whose lives can be known through those stone testimonies which also tell us about the palace’s and the local historical occurrences of that age. In the palace's small backyard we can also know parts of Cividale’s history through similar testimonies, found in different places and which especially concern local families and people.