Settore storico-artistico

Settore storico e artistico

Archivi e Biblioteca della Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia

http://www.soprintendenzastoricoartistica-fvg.beniculturali.it/

 

L'insieme dei fondi archivistici e librari antichi del settore proviene in gran parte dalle istituzioni religiose di Cividale: Biblioteca ed Archivio Capitolari, acquisiti dal demanio nel 1868-69, ed i beni archivistici ed artistici pervenuti nel 1899 dal soppresso monastero benedettino di Santa Maria in Valle. Queste raccolte sono state parte integrante del percorso museale a Palazzo de Nordis fino al 1990.

 

La Biblioteca ex Capitolare, proveniente dal Capitolo del Duomo di Santa Maria Assunta, comprende:

- Fondo Codici costituito dalla preziosa raccolta di manoscritti compresi fra il V ed il XVII secolo, tra cui l'antico Evangeliario di San Marco che documenta l'origine del Capitolo ed esemplari riccamente miniati come i salteri di Egberto e di Santa Elisabetta;

- Biblioteca storica, raccoglie circa 8000 volumi a stampa compresi fra il XV ed il XIX secolo.

La Biblioteca è a carattere prevalentemente ecclesiastico e conserva anche numerose edizioni del Cinquecento.

 

L' Archivio ex Capitolare comprende:

- Archivio ex Capitolare, documenti databili tra la fine del XII ed il XVII secolo;

- Pergamene ex Capitolari, circa 3000 pergamene databili tra la seconda metà dell'VIII ed il XVIII secolo;

- Manoscritti, circa 110 volumi.

 

Fondo Monastero di Santa Maria in Valle, una raccolta di beni pervenuti nel Regio Museo nel 1899 dal soppresso monastero delle benedettine di Santa Maria in Valle, tra cui si conservano 15 manoscritti.

 

La consultazione dei Fondi archivistici può essere completata e contestualizzata dalle pubblicazioni monografiche e periodiche presenti nella Biblioteca moderna a partire dal 1850.

 

I fondi archivistici conservati sono consultabili previo appuntamento con la Referente (martedì-venerdì 9.30–14.30, giovedì 17.30).

I manoscritti del Fondo Codici, per motivi conservativi, sono consultabili solo su appuntamento per documentati motivi di studio previa autorizzazione del Direttore (dott. Paolo Casadio, paolo.casadio@beniculturali.it).

 

Referente

Claudia Franceschino

e-mail claudia.franceschino@beniculturali.it

Tel. + 39 0432 700700 (centralino)

Fax: + 39 0432 700751

 

Accessibilità

  • l'accesso alla consultazione è consentito previa registrazione degli studiosi all’ingresso;
  • è possibile l'acquisizione di immagini digitali in corso di consultazione dei documenti, previa autorizzazione;
  • le richieste di consultazione dei fondi archivistici, pur in assenza di un limite numerico specifico, dovranno essere commisurate con lo stato conservativo dei documenti e con il tempo a disposizione per la consultazione.