Archivi e Biblioteca

ARCHIVI E BIBLIOTECA

La Biblioteca si forma tra il 1894 e il 1896 presso l’allora Regio Museo Archeologico grazie all’acquisizione di pubblicazioni monografiche e periodiche, utili come supporto scientifico alle collezioni museali. Acquisti, scambi e doni di pubblicazioni inerenti l’archeologia e a storia dell’arte hanno incrementato il patrimonio librario che oggi raggiunge la consistenza di circa 25000 volumi. Dal 2002 è stato potenziato il settore archeologico con l’acquisizione di materiale bibliografico relativo alla ricerca altomedievale, medievale e post-medievale in tutti i suoi aspetti, con particolare attenzione all’ambito longobardo, sia italiano che europeo.
Parallelamente a queste pubblicazioni, trovarono sistemazione antichi fondi archivistici e librari, alcuni di recente demanializzazione (Archivio e Biblioteca ex-Capitolare), altri strettamente legati a parte delle collezioni museali ed alla loro origine (Fondo Manoscritti Michele della Torre e Valsassina). Da allora la Biblioteca così costituitasi ed i Fondi archivistici rappresentano un insieme inscindibile ed un fondamentale punto di riferimento per studiosi e ricercatori di archeologia, storia dell’arte e storia locale.
La Biblioteca è ospitata all’ultimo piano del Museo ed è fruibile su appuntamento; da marzo del 2009, essa aderisce al Sistema Bibliotecario del Cividalese ed è possibile consultare il catalogo dei volumi dal 1850 al 2001 in rete, accedendo al portale Sistema Bibliotecario Cividalese.


Informazioni
La biblioteca e i fondi archivistici sono aperti alla consultazione previo appuntamento dal lunedì al venerdì, con orario 9.30-13.30.

  • L’accesso alla sala di lettura della biblioteca è consentito previa registrazione degli studiosi all’ingresso;
  • per gli utenti con ridotta capacità motoria è possibile effettuare la consultazione in una postazione appositamente predisposta e facilmente raggiungibile;
  • non è ammesso attualmente il prestito esterno né è attivo il servizio di scambio inter bibliotecario;
  • è possibile l’acquisizione di immagini digitali in corso di consultazione dei documenti, previa autorizzazione;
  • l’utilizzo di apparecchiature come scanner o macchine fotografiche digitali sulle pubblicazioni è ugualmente soggetta ad autorizzazione;
  • le richieste del materiale librario ed archivistico, pur in assenza di un limite numerico specifico, dovranno essere commisurate con il tempo a disposizione per la consultazione.

Responsabile: Alessandra Negri
Tel. +39 0432 700700
e-mail: alessandra.negri@beniculturali.it

AVVISO

Per prevenire il diffondersi del COVID 19, rimangono chiusi al pubblico fino a data da destinarsi Archivi e Biblioteca e i depositi archeologici.